News

Vedere Gromo dall’alto dei pascoli e delle mulattiere, con le piode – i tetti d’ardesia – che la ricoprono come un duro e uniforme manto protettivo, non è sufficiente. Bisogna entrarci, in questo paese di montagna, e visitarlo con calma, per scoprire non solo la felice combinazione degli elementi – acqua, legname, aria buona – ma anche le ricchezze artistiche custodite da questa piccola comunità.

Piazza Dante con il Castello Ginami, il Palazzo Milesi, la chiesa di San Gregorio con la sua pala d’altare secentesca in cui è raffigurato il borgo com’era, sono solo la parte più accessibile di una cittadella ricca di eleganti e liberty residenze private.

La chiesa parrocchiale di San Giacomo a Gromo si trova fuori del centro storico, si presenta al fedele quasi accovacciata, nascosta, se non fosse per il campanile che le dà respiro. Poco ricca all’esterno è un vero tesoro ricco di opere d’arte al suo interno.

Comments ( 0 )

    Leave A Comment

    Your email address will not be published. Required fields are marked *