News

0

I precedenti articoli:
La dimensione delle fotografie
I formati delle immagini
I profili di colore
La calibrazione del monitor

La stampa delle fotografie

Se non si usano i profili di colore aspettatevi sempre una sorpresa. Non c’è modo di ottenere una stampa perfetta, riproducibile con i colori che vorremmo noi senza usarli.

Macchine diverse, carte diverse, inchiostri diversi impongono l’uso del profilo CMYK costruito dallo stampatore per quella macchina, per quella stampante! Il problema è che spesso lo stampatore non sa neppure di cosa state parlando, il che vi dovrebbe far pensare di cambiare stampatore…

Provate a chiedere al vostro stampatore i profili della loro stampante, cosi oltre ad ottenere stampe ottime, ai suoi occhi apparirete come un professionista e vi tratterà con i guanti bianchi!

In alternativa potete usare un profilo CMYK standard costruito per le macchine a norma: i famosi profili ECI. Scegliete la stampante, il tipo di carta ed otterrete il profilo migliore. Se la stampante è utilizzata correttamente il risultato sarà se non ottimo almeno buono. Questa è la via per ottenere un buon profilo della vostra stampante.

Scelto il profilo, ricordate di salvare il file della vostra immagine con il profilo che avete individuato. Il gioco è fatto!

Quale formato utilizzare? Per non sbagliare avete solo una scelta: PDF. Il Portable Document Format è un formato di file basato su un linguaggio di descrizione di pagina sviluppato da Adobe nel 1993 per rappresentare documenti in modo indipendente dall’hardware e dal software utilizzati per generarli o per visualizzarli. Contiene cioè tutte le informazioni necessarie per una stampa corretta.

Per scriverla come Mauro Boscarol (cercatolo su internet e scoprirete molto altro ancora):

È il cliente che deve stimolarlo e fare le due fatidiche domande: la prima è “mi puoi fornire i profili delle tue macchine da stampa?” e la seconda “se ti porto un PDF con il profilo, il tuo sistema è in grado di utilizzarlo?”. Se le risposte sono sì, bene. Altrimenti meglio cambiare stampatore, uno che accetta i profili lo troveremo.


Nell’ultimo appuntamento di questa serie vedremo come sia possibile ottenere buone stampe anche a casa.

Comments ( 0 )

    Leave A Comment

    Your email address will not be published. Required fields are marked *