News

0

Chi scrive non è un fan delle regole o delle linee guida: in fotografia non ci sono regole! Tuttavia è bene conoscere e tenere a mente alcune facili regolette di composizione da sfruttare quando necessario o da rompere per ottenere effetti nuovi e inaspettati.
In quattro parti (ma si, lasciatemi creare un po’ di suspance) quattro semplici regole di composizione per paesaggi d’effetto.

La regola dei terzi

È la regola per eccellenza! Sempre è la prima e più semplice regola insegnata ai principianti, spesso è considerata un clichè, ma posizionare i punti chiave di un paesaggio dove le linee immaginarie che dividono la fotografia in terzi contribuisce sempre a dare equilibrio alla vostra immagine.

La regola dei terzi è cosi naturale nei lettori di immagini, tutti anche i meno attenti, perché risponde a precisi meccanismi di bellezza dell’animo umano – è come la cioccolata, piace a tutti! – e deve essere sfruttata il più possibile quando la vostra intenzione è di trasmettere equilibrio. Non utilizzare questa regola invece vi consentirà di squilibrare il vostro lettore e dare vita a scatti drammatici.

Comments ( 0 )

    Leave A Comment

    Your email address will not be published. Required fields are marked *